FANDOM


Lost: Via Domus (conosciuto anche come Lost: The Video Game) è il primo gioco ufficiale della serie per console e PC. Il videogioco è stato sviluppato dalla Ubisoft Montreal, sotto la direzione di Gadi Pollack. Il rilascio è previsto per il 26 Febbraio 2008 negli USA, 28 Febbraio in Australia e 29 Febbraio in Inghilterra (e probabilmente per tutto il resto dell'Europa). Il gioco sarà offerto per la Xbox 360, la PlayStation 3 e i PC Windows, utilizzando il motore di gioco YETI, sviluppato per i videogiochi Ghost Recon: Advanced Warfighter e Beowulf. E' stato svelato ufficialmente con un trailer durante il Comic-Con 2007. 'Via Domus' è una frase latina, che può essere tradotta con "la via di casa".

TramaModifica

Il gioco seguirà le vicende di un nuovo personaggio, Elliot [1], un "fotoreporter con amnesia", la cui vita verrà svelata lungo il corso del gioco tramite dei flashback giocabili. Elliot non è ancora apparso nella serie, ma potrebbe passare dal gioco allo show.[2]

La storia di Elliot sarà divisa in sette parti, equivalenti a circa 90 minuti di gioco. Questi episodi avranno un formato simile a quelli dello show televisivo, con la presenza di ricapitolazioni ("Nelle puntate precedenti...") all'inizio di ogni episodio e momenti di suspence alla fine. All'inizio del primo episodio, troveremo Elliot impegnato nel riparare una perdita di carburante tra i rottami dell'aereo; in un altro, lo troveremo mentre cerca di dimostrare agli altri personaggi di non essere un terrorista. Dopo aver scoperto la botola, Elliot sarà in grado di esplorare alcune parti dell'isola che non sono state mostrate o sono state mostrate brevemente nello show televisivo - inclusi i computer del network. A volte, Elliot dovrà inserire i Numeri.

Il gioco inizierà con l'aereo che si spezza nel cielo e continuerà fino alla terza stagione. La maggior parte dei personaggi principali dello show appariranno nel gioco per aiutare Elliot, inclusi Jack, Sawyer, Kate, Sayid, Hurley, Locke, e Shannon.

News e commenti degli autoriModifica

Carlton Cuse: Sarà una storia a se stante, anche se avverrà nei luoghi che abbiamo visto nello show. Noi siamo solo dei supervisori, non stiamo scrivendo il gioco. Tuttavia, sarà in parte scritto da Don Kelly; tutti e due gli scrittori del gioco hanno collaborato e scritto un episodio dello show. Perciò siamo ovviamente coinvolti nel monitoraggio dello sviluppo del gioco, ma non si sta creando un'estensione della serie.

Damon Lindelof: Abbiamo impostato per i creatori del gioco un concetto e lo stanno in un certo modo seguendo, ma penso che il risultato sarà simile al videogioco di Star Wars: il personaggio principale del gioco esplora luoghi simili a quelli del film che già si conoscono. Così che si trova sulla Luna Nera, ma non è come Luke Skywalker o Obi-Wan Kenobi. Funzionerà più o meno allo stesso modo. Perciò, se segui lo show non penserai "oh, aspetta un attimo, questo fatto è avvenuto perchè ho giocato a quel videogame? Ero in questo stesso posto con il mio personaggio?". La risposta è no. E' più una sorta di ri-esplorazione di cose che si sono già viste nello show, ma con un punto di vista differente.

Carlton Cuse: Diciamo che abbiamo fornito ai creatori del gioco dettagli sul nostro set e sulle cose che si potranno vedere più nel gioco che nello show, come l'Idra o anche il Cigno.

Carlton Cuse: "Non solo per Xbox[360]; sarà anche per PS3 e PC."

"Stiamo qui seduti con i ragazzi che lo stanno creando, che in realtà sono di Montreal, in Canada. Ci hanno fatto una dimostrazione di alcuni elementi del videogioco ed è veramente bello. Sarà davvero un bel videogioco."

"Da ciò che ho visto? RIDICOLMENTE FANTASTICO"

  • Dall'intervista a Damon Lindelof / Carlton Cuse di Ottobre 2007:

EGM: Il gioco risolverà alcuni misteri dello show o si concentrerà su Elliot?

Damon Lindelof: Per risolvere i misteri ci affidiamo alla nave madre (lo show, ndr). Il gioco tratta solo dei misteri scoperti da Elliot. E' in grado di esplorare alcune zone dell'isola che i nostri personaggi o non hanno trovato o hanno scelto di non esplorare, ma oltre a questo, penso che se avessimo rivelato la maggior parte dei misteri nel gioco, l'audience della serie sarebbe andato a farsi benedire.

Carlton Cuse: ...Ciò che il gioco consente, comunque, è di esplorare cose che si sono viste nello show e sulle quali si vorrebbe sapere qualcosa in più. Cosa c'è dietro il muro della stazione il Cigno, da dove viene il misterioso elettromagnetismo...

Damon Lindelof: Ora che la botola è esplosa, non si avrà mai più la possibilità di esplorare quei luoghi nello show.

Carlton Cuse: Puoi portare il personaggio in luoghi che avresti voluto vedere, ma non ne hai avuto la possibilità nello show.

Damon Lindelof: Stiamo pensando a un sacco di Easter eggs da mettere nel gioco, piccole cosette per i veri fans, da piccoli particolari nelle scene, ai riferimenti nei flashback di Elliot agli altri personaggi.

  • Dall'intervista a Gadi Pollack con TV.com, il 23 Gennaio 2008:

Ubisoft è stata in grado di usare le voci di circa una dozzina di attori per il gioco, inclusi Michael Emerson (Ben Linus), Elizabeth Mitchell (Juliet), and M.C. Gainey (Tom). Ammettiamo che l'aspetto di alcuni personaggi non sarà proprio uguale a quello delle loro controparti reali, ma non c'è assolutamente pericolo di confonderli tra loro. Le voci degli altri personaggi sono simili a quelle originali([il grido di [Michael]] "Hanno preso mio figlio!" è fastidioso come sempre).

TrailersModifica

Trailer della presentazioneModifica

Il 26 Giugno 2006, Ubisoft ha rilasciato il trailer di presentazione esclusivo su gametrailers.com. Nel trailer si vede il personaggio che esplora l'isola, il Cigno, il campo e solo tre personaggi del cast, Sawyer, Locke e Hurley. Si vede anche un occhio.


Trailer dello schiantoModifica

Il secondo trailer del gioco, intitolato "Crash", è stato rilasciato il 2 Febbraio 2008. Nel trailer si vedono alcune scene simili a quelle dello show, incluse: la rottura del Volo 815 in aria dal punto di vista di Elliot, i primi minuti dopo lo schianto, la botola, il Cigno. Il protagonista incontra la maggior parte dei personaggi princapali della prima stagione,Ben & Juliet degli Altri, così come Beady Eyes. Elliot incontra anche il mostro.


Requisiti di sistemaModifica

La versione per Windows richiede:

  • Windows XP o Vista
  • 2.5GHz Core 2 Duo / Athlon 64 (o 3.5GHz Pentium 4/Athlon XP)
  • 1GB di RAM (2GB raccomandati)
  • Scheda video da 128MB compatibile con DirectX 9.0c e compliant shader 3.0 (256MB raccomandati)
  • 5 GB di spazio libero sul disco.

La schede video supportate sono:

  • ATI RADEON serie X1300-1950 / HD 2000,
  • nVidia Geforce serie 6600, 6800, 7xxx e 8xxx.

Sono dei requisiti tipici di tutti i giochi rilasciati nel 2008.

ClassificazioneModifica

In Australia, il gioco è classificato M (raccomandato ad un pubblico adulto) a causa di "alcuni temi" e "moderata violenza". [3]
Negli USA, è classificato T (per teenagers) per la presenza di alcohol e tabacco, sangue, linguaggio moderatamente volgare e violenza dall'ESRB.
In Europa, il gioco è classificato dalla PEGI come 16+.

CuriositàModifica

Quando fu rilasciato il primo trailer, molte persone pensarono che il personaggio principale, Elliot, fosse Jack, poichè il trailer era breve, di bassa qualità e l'unico documento promozionale disponibile. Inoltre, Jack ed Elliot sono molto simili e non era stata rilasciata ancora alcuna informazione.

Vedi ancheModifica

Link esterniModifica

  • Sito ufficiale
  • DarkUFO - Via Domus
  • LOST -Via Domus - Sito non ufficiale
  • IGN.Com - "Lost finds its way to video games" - May 23, 2006
  • Ubisoft - May 23, 2006 - Press release - "Ubisoft and Touchstone Team Up to Create Lost Video Game"
  • [4] - link per preordinare il gioco in US, UK e Germania per varie piattaforme su Amazon (darkufo)
  • Vancouver Film School - Interview with John Meadows, writer on Lost: The Video Game
  • TV.com Interview - Interview with Gadi Pollack, Producer on Lost: The Video Game with VIDEO
  • PC World - February 7, 2008 - Interview with Lost: Via Domus game producer, Gadi Pollack
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-NC-ND a meno che non sia diversamente specificato.