FANDOM


Tradurre Articolo da tradurre
Questo articolo non è stato ancora tradotto completamente dalla sua [{{{URLinglese}}} versione originale inglese].
  • Prima di tradurre il testo, aggiorna il testo all'ultima revisione dell'[{{{URLinglese}}} originale inglese].
  • Se non vedi il testo da tradurre potrebbe essere nascosto, fai clic su modifica per visualizzarlo.
Tradurre


La capanna di Claire è l'accampamento di Claire Littleton costruito qualche tempo dopo che ha lasciato i sopravvissuti nel 2004. Si trova in una radura nella giungla e consiste in un pozzo del fuoco e una baracca di fortuna. All'interno della capanna c'è una culla, al cui interno è riposta una bambola di fortuna costruita con una carcassa di animale e pelliccia. C'è anche un kit medico, un'ascia, una pala, un sacchetto vuoto di caffè DHARMA e diverse casse di dinamite, probabilmente prese dalla Roccia Nera. Dopo aver salvato Jin che stava per essere colpito da Aldo, e liberatolo da una delle sue trappole, Claire lo ha portato alla sua capanna. Ci porta anche Justin dopo aver scoperto che fingeva solamente di essere morto. Claire interroga quindi Justin circa la sorte di suo figlio, Aaron, che lei sostiene essere stato preso dagli Altri. Jin le dice la verità, che è stata Kate a prendere Aaron e portarlo via dall'isola. Quando Justin supplica di essere liberato, Claire lo ha uccide con l'ascia. Poco tempo dopo, l'Uomo in Nero, in forma di John Locke, entra nella capanna di Claire, e lei lo riconosce come un suo "amico".("Il faro")
305px-Squirrel Baby

La bambola nella capanna di Claire

When the Man in Black took Claire to the Temple, Sawyer stayed behind at the hut to care for Jin. A day later, the Man in Black returned along with the people from the Temple who agreed to follow him, including Kate and Sayid. Claire entered the hut to collect some of her belongings, most notably the knife she would try to kill Kate with. ("Ricognizione")

Siccome Claire ha lasciato l'Isola, la sua capanna è attualmente abbandonata.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-NC-ND a meno che non sia diversamente specificato.